Regolamentazione occupazione alloggi privati" - Ordinanza Sindacale n. 19/2010


Chiunque sia proprietario o possessore o comunque detenga o disponga di case e ne dà disponibilità, a qualsiasi titolo, a terzi è obbligato....


Ordinanza:19/2010


Oggetto: Regolamentazione occupazione alloggi privati

Vista la Legge 24 luglio 2008, n. 125 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 23 maggio 2008, n. 92, recante misure urgenti in materia di sicurezza pubblica";
Vista la Legge 30 luglio 2002, n.189 " Modifica alla normativa in materia di immigrazione e di asilo ";
Viste le Leggi 27.12.1956 n. 1423 e 31.05.1965 n. 575 e successive modifiche ed integrazioni;
Vista la Legge 29 marzo 2001, n. 135 "Riforma della legislazione nazionale del turismo";
Vista la Legge Regionale 6 agosto 2007, n. 13 “Organizzazione del sistema turistico laziale. Modifiche alla legge regionale 6 agosto 1999, n. 14 (Organizzazione delle funzioni a livello regionale e locale per la realizzazione del decentramento amministrativo)” e successive modifiche;
Visto il Regolamento Regionale n. 16 del 24.10.2008 concernente “Disciplina delle strutture ricettive extralberghiere” e successive modifiche ed integrazioni;
Visto l’art. 54 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267;
Visto l’art 109 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza;
Fatti salvi gli ordinari requisiti igienici ed edilizi previsti dalle norme statali e dai regolamenti comunali per i locali ad uso abitativo

ORDINA

Chiunque sia proprietario o possessore o comunque detenga o disponga di case, appartamenti e/o ville e ne dà disponibilità, a qualsiasi titolo, a terzi è obbligato a presentare al Sindaco le generalità delle persone alloggiate entro le ventiquattro ore successive al loro arrivo. La comunicazione va presentata in triplice copia, secondo i modelli all’uopo predisposti e disponibili presso la sede della Polizia Locale, sita in via Campo delle Monache;

DISPONE

I trasgressori al dispositivo della presente Ordinanza, fatte salve le disposizioni penali in materia e gli obblighi, sanzioni e divieti imposti dalla legislazione nazionale, saranno puniti con una sanzione amministrativa di € 250,00 (duecentocinquanta/00), con facoltà di pagamento entro 60 giorni dalla contestazione immediata della violazione o dalla notificazione del verbale di accertamento.
Gli agenti della Polizia Locale e tutti gli altri agenti della Forza pubblica sono incaricati della sorveglianza e del rispetto del presente provvedimento, dell’accertamento delle violazioni e dei conseguenti aspetti sanzionatori.


DISPONE ALTRESI’

che copia del presente provvedimento sia trasmessa:
• alla Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Latina;
• alla Questura di Latina.;
• alla Stazione Carabinieri di Sperlonga
• alla Tenenza della Guardia di Finanza di Fondi;


INFORMA

Che contro il presente provvedimento è ammesso:
• ricorso giurisdizionale avanti al T.A.R. di Latina, competente per territorio, o ricorso straordinario al Capo dello Stato, rispettivamente entro 60 giorni e 120 giorni dal termine dell’esposizione all’albo pretorio.
• Che il presente atto sarà reso noto al pubblico mediante affissione di copia all’Albo Pretorio Comunale, pubblicata sul sito internet del Comune di Sperlonga (www.comunedisperlonga.it) ed affissa nei luoghi pubblici, il che vale come personale notifica a quanti ne siano interessati, ad ogni effetto di legge.

Dalla Residenza Municipale lì


Il SINDACO
Cav. Rocco Scalingi